sabato 24 marzo 2012

Parma

Nel post del 5 marzo ho millantato dei consigli cultural-gastronomici per chi si trova nei dintorni di Parma o per chi desidera farvi un "salto", quindi ecco qualche consiglio.
Come ho già detto più volte Parma è la città dove ho trascorso quattro anni durante il periodo universitario. E' una città deliziosa dove avrei trasferito molto volentieri la mia residenza ... e chissà forse un giorno potrei aprire una "rosticceria/pasticceria" nella pianura padana e dare una profonda svolta alla mia vita... chissà!
Se vi trovate a Parma non esitate a prendere in affitto una bicicletta che è, secondo me, il mezzo migliore per godere a pieno la città e se siete siciliani potrete toccare con mano cosa significa vivere in un luogo civile dove si rispettano le più elementari regole di educazione civica!
Essendo un piccolo centro è possibile girare il centro storico anche in una sola giornata; il Battistero, la Cattedrale, la Galleria Nazionale e il Teatro Farnese entrambi nel Palazzo della Pilotta, il piazzale della Pace, la chiesa di Santa Maria della Steccata, il Parco Ducale, il Teatro Regio, il parco Ducale, la piazza dell'Orologio etc. etc. sono tutte attrazioni a portata di mano vicinissimi l'uno dall'altro. 
Oltre che per l'arte, la cultura e civiltà Parma merita una visita per i numerosi ristoranti ed enotoche dove potere mangiare degli ottimi salumi, tortelli, punta di vitello e bere dell'ottimo lambruso.
Vi segnalo i miei posti preferiti:
Trattoria delle Sorelle Picchi, via Farini, n 27. Ha cambiato da poco gestione,  è un ristorante con annessa gastronomia dove potrete compare salumi e parmigiano da portare a casa.
Enoteca Fontana, via Farini, 24. Cara, anzi carissima, ma per me è il posto migliore dove mangiare un panino... principe al culatello tutta la vita!!!
Frank Focaccia, piazzale San Lorenzo, 19. Un mito, le sue foccacce sono favolose!!!
Trattoria Corrieri, vicino l'università di giurisprudenza. Torta fritta, salumi, pesto di cavallo e tiramisù strepitosi.
Al cavallino Bianco a Polinesine Parmense. L'eccellenza, non posso dire altro, concedetevi il lusso di andare in questo luogo magico della "bassa", vi assicuro che ne vale la pena. A due passi potreta ammirare l'Antica Corte Pallavicina ove rimanere incantati dal profumo dei culatelli gelosamente custoditi in cantina!!! 


1 commento:

  1. Potresti scrivere la guida culinaria "Manicuzza... e viri chi mmanci".
    Comunque sei mitica e ti lascio il link del blog di cui ti parlavo. Baci
    http://quartacircoscrizione.blogspot.it/

    RispondiElimina